7 errori comuni nel posare la trappola per topi

Ecco sette errori che stai facendo quando metti le trappole per topi… e le soluzioni semplici e geniali per evitarli

Per sbarazzarsi dei topi, tutto ciò che devi fare è posizionare trappole per topi e aspettare che vengano catturati, giusto? In teoria sì ma è possibile che tu non lo stia facendo nel modo più rapido ed efficace possibile.

Ecco sette errori comuni nella cattura dei topi che le persone commettono e, cosa più importante, sette strategie intelligenti ed efficaci che dovresti invece utilizzare.

Provale e scopri come sbarazzarti dei topi in modo rapido e semplice.

Errore n. 1: rovinare l’esca

Invece: tieni le mani lontane

I topi possono rilevare il tuo odore sulle trappole che hai maneggiato e possono quindi starne lontano. Per evitarlo, indossa i guanti quando maneggi l’esca da mettere sulla trappola per topi e quando le posi.

I guanti usati per la preparazione del cibo, l’assistenza sanitaria o il lavaggio dei piatti funzionano tutti bene. (Assicurati di indossare guanti anche per maneggiare una trappola dopo che ha catturato un ratto, per proteggerti dalle malattie.)

Errore n. 2: usare il cibo sbagliato

Invece: fai attenzione all’ordinanza sulle esche e sul cibo avvelenato

Dimentica la vecchia immagine dei cartoni animati di topi che mangiano formaggio.

I roditori sono principalmente mangiatori di noci e semi, quindi l’esca trappola per topi da cui sono più fortemente attratti è il burro di arachidi o la crema di nocciole. La loro fame di calorie li invoglia anche a provare il cioccolato.

Quando le temperature all’esterno scendono, i topi entrano, rallentano e si concentrano sulla costruzione di nidi, così puoi attirarli in trappole per topi con materiali come batuffoli di cotone, filo interdentale, filati e spago.

Se si utilizzano trappole a scatto, legare o avvolgere le fibre attorno al grilletto della trappola per topi per costringere i topi a tirare o rosicchiare l’esca, facendo scattare la trappola. Cerchi ulteriore aiuto per scegliere l’esca giusta? Se ne trovano diverse in commercio ma, attenzione alle dita.

Errore n. 3: usare troppa esca

Invece: usa solo una piccola quantità

Quando carichi trappole per topi con molta esca, i ratti possono rubarne solo una parte senza rimanere intrappolati. Una quantità minima di esca per topi, delle dimensioni di un pisello, è il quantitativo giusto. Sufficiente per attirare i topi, ma non così tanto da poterla mangiare senza far scattare la trappola.

Errore n. 4: aspettarsi risultati immediati

Invece: prima mettili a loro agio

I topi sono naturalmente diffidenti nei confronti dei nuovi oggetti che compaiono all’improvviso nelle aree che frequentano abitualmente. Puoi acclimatarli mettendo delle trappole per topi con esche ma non impostate per scattare.

Disponi diverse trappole disinnescate per alcuni giorni, sia che tu stia usando trappole per topi a scatto classiche, trappole per topi elettroniche o trappole vive.

Una volta che vedrai i topi prendere l’esca della trappola, sai che le trappole per topi sono nel posto giusto e che i roditori torneranno presto. Questo è il momento di impostare le trappole per topi in modo che possano colpire.

Errore n. 5: posizionare la trappola nel posto sbagliato

Invece: vai al muro

È facile posizionare le trappole per topi nel posto sbagliato, non commettere questo errore. A causa della loro innata paura degli spazi aperti, i topi si aggirano per il perimetro delle stanze e nei recessi oscuri della tua casa, vicino alle pareti, dove i loro baffi li aiutano a trovare la rotta.

Per catturare i topi dove sono maggiormente attivi dunque, posiziona trappole lungo i muri dove hai notato un passaggio frequente. L’esca e l’estremità del grilletto delle trappole per topi dovrebbero essere rivolte verso il muro in modo che i topi siano tentati di esplorarle piuttosto che camminarci intorno. Quando possibile, posiziona le trappole per topi in aree nascoste, come il retro degli armadietti o dietro il fornello (estrarre il cassetto sotto il forno per un facile accesso).

Errore n. 6: usare troppe trappole per topi

Invece: avvicina molte trappole per topi

I topi si riproducono velocemente e furiosamente: possono produrre da sei a sette topolini in una cucciolata, e ogni 21 giorni circa. Potresti non renderti conto (o non voler pensare) di quanti di loro sono nella tua casa, ma puoi essere quasi certo che, se un topo c’è, allora sono più di uno.

Per fermare un’invasione di topi sono necessarie più di alcune trappole. Per eliminare rapidamente il problema la strategia più efficace è posizionare una trappola per topi ogni 60 o 90 cm, lungo tutto il muro dove hai visto segni di attività.

Nelle aree più trafficate, posiziona le trappole per topi a coppie, a una distanza di un pollice l’una dall’altra.

Errore n. 7: iniziare lentamente

Invece: pianifica una grande prima notte

Gli studi dimostrano che vengono catturati più topi la prima notte in cui si piazzano le trappole nella tua casa, rispetto a qualsiasi notte successiva alla prima. Quindi il consiglio è di iniziare col botto.

Dai il via alla tua campagna per sbarazzarti dei topi, posizionando trappole ovunque vedi segni della loro attività e usa molte trappole e diversi tipi di esche. In questo modo ti assicurerai che la serata di apertura sia un successo travolgente.

 

Hai un problema serio con i topi e non vuoi occupartene direttamente? Prova a rivolgerti a questa ditta di derattizzazione e vedrai il tuo problema risolto in maniera rapida ed efficace.