pressione-ridurre

Come abbassare la pressione arteriosa in soli 5 minuti con un nuovo metodo

Milioni di persone soffrono di questo disturbo cardiovascolare noto anche come ipertensione.

Questa malattia, diffusa in tutto il mondo, può causare seri problemi di salute se non viene presa seriamente in considerazione.

Non bisogna trascurare la pressione arteriosa e per non correre inutili rischi è necessario seguire fedelmente il percorso terapeutico prescritto dal medico. Una dieta equilibrata ed uno stile di vita migliore non bastano perché senza una tempestiva diagnosi l’ipertensione può provocare problemi ancora più gravi al sistema cardiovascolare.

Per questo è fondamentale informarsi e in questo articolo analizzeremo i benefici apportati dalla medicina cinese. Questo metodo proveniente dall’oriente contribuisce al rilassamento e alla stabilizzazione della pressione sanguigna.

Vediamo come funziona, quali benefici apporta e come può ridurre in poco tempo l’ipertensione.

Pressioni alta: cos’è e come si manifesta

La pressione arteriosa si genera ogni volta che il cuore manda il sangue a tutti gli organi attraverso il sistema circolatorio.

Negli adulti questo valore deve attestarsi sui 120 mm Hg quando si pratica attività sportiva e sugli 80 mm Hg quando si è a riposo.

La pressione viene considerata alta quando raggiunge un valore massimo di 140 mm Hg ed uno minimo di 90 mm Hg. La causa di questa disfunzione è riconducibile ad un restringimento delle arterie, denominate arteriole, che regolano il flusso sanguigno del corpo umano.

In caso di contrazione il cuore deve pompare più sangue e per questo è costretto a compiere uno sforzo maggiore. Questa sollecitazione causa l’aumento della pressione arteriosa. Il problema principale di questo disturbo è che non si manifesta con dei sintomi chiari e lampanti.

Ecco perché l’ipertensione può provocare col tempo difficoltà e seccature ben più gravi con pesanti ripercussioni sulla salute personale. Il rischio che possano sopraggiungere malattie peggiori è molto elevato e per questo bisogna sempre monitorare la propria pressione arteriosa.

I sintomi principali da monitorare sono:

  • stanchezza
  • palpitazioni al petto o alla testa

I fattori che contribuiscono all’aumento della pressione sanguigna sono molteplici e spaziano dall’obesità al consumo regolare di fumo.

Molti soffrono di ipertensione dopo i 60 anni, mentre altri manifestano questo disturbo a causa dell’ansia o dello stress. Anche il diabete e una vita troppo sedentaria possono influire, specialmente se abbinati ad una dieta piena di grassi saturi.

Come ridurre l’ipertensione col metodo tradizionale giunto dalla Cina?

La pressione sanguigna deve essere costantemente monitorata.

Bisogna sottoporsi continuamente a dei controlli medici per una prevenzione efficace. In caso di valori superiori alla norma si devono prendere le seguenti precauzioni per migliorare il proprio stile di vita:

  • Mangiare più frutta e più verdura
  • Consumare meno sale in cucina
  • Moderare il consumo di grassi
  • Abolire sigarette e alcolici
  • Praticare yoga o esercitarsi con le tecniche meditative

In alternativa si può prendere in considerazione un metodo molto popolare in Cina.

Questo esercizio è in grado di ridurre la pressione sanguigna in pochi minuti ed è sempre più popolare anche in Italia. Questa tecnica tradizionale si basa sui legami energetici che si generano dai punti di pressione presenti nel nostro organismo.

Per alleviare il dolore al fianco destro si devono stimolare tre punti distinti del nostro organismo con una leggera pressione:

  1. Lobo posteriore dell’orecchio
  2. Clavicola
  3. Spazio tra il lobo e la narice

La pressione deve essere esercitata con i polpastrelli lungo una linea immaginaria che congiunge i primi due punti. L’esercizio deve essere ripetuto 10 volte al giorno per ciascun lato per almeno tre minuti.

In seguito le dita devono spostarsi a circa mezzo centimetro tra la narice e il lobo dell’orecchio.

Anche in questo punto deve essere effettuato un leggero massaggio con i polpastrelli per un minuto a lato.

Conclusione

Questi esercizi sono molto efficaci per ridurre lo stress che spesso è la fonte principale della pressione sanguigna. Questo metodo non rappresenta una terapia e in caso di disturbi è consigliabile rivolgersi sempre ad un medico.