tedua-2

Le cinque canzoni di Tedua che ancora non conosci

Mario Molinari con nome d’arte Tedua (prima Duarte e Incubo) è oggi nel panorama del rap italiano uno dei più apprezzati della cosiddetta “nuova scuola”.

Diventato un personaggio nel 2016 grazie alla wave di Izi, Sfera Ebbasta, Ghali e Dark Polo Gang ha subito colpito l’immaginario collettivo grazie ad un suo stile veramente unico ed inimitabile. Grazie a forti critiche ma anche tanti complimenti si è insomma ritagliato un suo spazio, ed in pochi anni è diventato una vera icona del rap italiano.

Le sue hit più conosciute sono sicuramente “Pugile”, “Polvere”, “Vertigini” e “Lingerie”. Ma oggi vorremmo portare alla ribalta alcuni vecchi lavori che risultano quasi dimenticati (ma non per questo meno apprezzabili) nei meandri dei social e del web.

I pezzi meno conosciuti di Tedua

Ecco dunque la selezione di cinque pezzi registrati diversi anni fa dal rapper e che rappresentano i primi passi da lui percorsi nel suo cammino verso la notorietà.

1.      Like A Boy Soldier

Ai tempi di questo pezzo il suo nome d’arte era ancora Duate. Il suo caricamento su YouTube risale al 2010. Dal punto di vista tecnico presenta alcuni difetti e/o sbavature, ma a livello lirico è senz’altro apprezzabile e merita l’ascolto.

1.      I Viaggi di Gulliver

Titolo ispirato al romanzo di Jonathan Swift, canta del suo peregrinare in sbattimenti. Non tutti lo conoscono, da ascoltare.

2.      Per le tue

Uscito nel 2013, un brano pieno di emozioni che vengono trasmesse a chi lo ascolta. Un Tedua giovanissimo, precursore del talento che ha maturato negli anni a seguire.

3.      Skid Row

Il brano racconta del periodo antecedente il successo. Da qui possiamo già percepire la grandissima energia che lo ha sempre accompagnato fin dagli inizi.

4.      Tedua Freestyle

Anno 2013 dove il rapper fa free style con Blnkay. Il video ed il brano sono assolutamente interessanti, visto che entrambi i rapper si sono poi affermati. Tedua con i dischi mentre Blnkay a mezzo freestyle.